Burundi: usi, costumi e modi di vivere

Condividi su:
Pin Share

Il popolo burundese è composto principalmente da tre etnie: Batwa, Tutsi e Hutu.
Nonostante si possano trovare delle differenze nelle rispettive abitudini, così come ci sono delle diversità tra gli abitanti delle città più grandi (Bujumbura in particolare) e la popolazione che vive nelle aree più rurali o collinari, esistono delle pratiche sociali simili in tutto il Paese, che, anzi, ha una comune base culturale abbastanza omogenea per usi e costumi.

Costumi africani e burundesi.

La famiglie e il nucleo famigliare allargato costituiscono la struttura più naturale per la costruzione della propria identità per la gran parte dei burundesi: a partire dalla nascita sino alla morte, passando dalle nozze alle difficoltà di tutti i giorni, la famiglia è il punto di partenza della vita di ognuno.

Allo stesso tempo le persone che vivono più vicine e con cui si è più in contatto, sia nelle città che nelle aree più isolate, diventano dei testimoni privilegiati e dei fedeli amici per tutte le tappe della vita di ogni burundese.

Continua a leggere

Kangaroo Mother Care, aiutare il Burundi

Condividi su:
Pin Share

La Kangaroo Mother Care, KMC, è un metodo di cura del neonato pretermine la cui essenza risiede nel contatto pelle a pelle prolungato tra la madre e il bambino.
La sua efficacia è nell’essere una metodica semplice e applicabile ovunque il cui principale obiettivo è la promozione della salute e del benessere nel neonato pretermine.

KMC - Kangaroo Mother Care.

Il metodo fu introdotto per la prima volata in Colombia, a Bogotà, da Rey e Martinez  alla fine degli anni 1970, per compensare alla mancanza di termoculle. Negli anni successivi ha trovato una diffusione a livello mondiale e ad oggi rappresenta il “gold standard” nella presa in carico dei neonati prematuri o di piccolo peso nei paesi a risorse limitate.

In questi Paesi è indicata dall’OMS come metodo ideale per la crescita dei bambini nati prematuri o di piccolo peso.

Continua a leggere

La Giornata Mondiale della Prematurità, insieme nella celebrazione

Condividi su:
Pin Share

Il 17 novembre, in tutto il mondo, si celebra la Giornata Mondiale della Prematurità, il World Prematurity Day.
Si tratta di una ricorrenza riconosciuta dal Parlamento Europeo grazie all’impegno della EFCNI (European Foundation for the Care of Newborn Infants).

Giornata Mondiale della Prematurità.

Questa Giornata è stata istituita nel 2008 per diffondere e sensibilizzare sui temi che coinvolgono i bambini nati pretermine, per sottolineare il valore essenziale dell’assistenza medica e per ricordare l’importanza della prevenzione verso i fattori di rischio che possono causare la prematurità.

Si tratta oggi di un appuntamento fisso che viene festeggiato in tutte le città del mondo.

Continua a leggere