Inaugurato il nuovo reparto di neonatologia

Il primo giugno 2018 è stato aperto ufficialmente il nuovo reparto di neonatologia. Alla cerimonia di apertura hanno partecipato tutte le principali autorità civili della città ed è stata preceduta dalla benedizione dei locali fatta dall’abbate dell’ospedale.

Burundi ospedalenuove strutture in Africa

Il reparto di neonatologia fa parte di un progetto più ampio che si ispira ai principi della accoglienza e della umanizzazione delle cure offerte alla madre e al bambino nel periodo neonatale . Il reparto farà parte di una struttura più complessa che comprenderà anche una sezione di Kangaroo mother care, una residenza per le madri nutrici e un servizio di prevenzione dedicato alle gravidanze a rischio e al follow up dei neonati che possono sviluppare un handicap come conseguenza di una patologia del periodo neonatale.università e corsi in Africa

L’apertura del reparto è stata preceduta da una fase di formazione del personale iniziata nel mese di novembre dedicata all’igiene ed agli aspetti organizzativi del reparto.
La nuova struttura è dotata di 28 posti letto di cui 8 di terapie intermedie avanzate.

L’organizzazione del reparto è basato sulla intensità delle cure. Pertanto il servizio è suddiviso in 6 stanze: una con 8 posti letto per cure intermedieavanzate, una seconda con 4 posti di cure intermedie ed una terza, con 2 posti letto, funge da isolamento. Le rimanenti stanze, per un totale di 14 culle, ospedali in Burundisono dedicate alla patologia che non richiede monitoraggio e ai neonati stabilizzati dopo aver superato la fase critica.

Un’area è dedicata agli aspetti organizzativi e gestionali. Questa comprende una zona open-space lungo il corridoio principale dedicata alle infermiere, una stanza per le riunioni di staff e una come archivio e guardiola della caposala.

L’area dei servizi comprende una stanza per l’igiene del materiale e di presidi terapeutici, un locale dedicato alla pulizia dell’ambiente, 2 stanze come deposito del materiale pulito e una per la raccolta del materiale sporco. I percorsi sporco/pulito sono differenziati.
Tutti i posti letto di terapia sub intensiva (cure intermedie avanzate) sono dotati di termoculla o lettino riscaldato, di prese elettriche e di prese aria/ossigeno individuali. Per questa tipologia di posti letto è prevista l’installazione di un monitor multi-parametrico e il monitoraggio della saturimetria per i neonati in ossigeno terapia.

Particolare attenzione è stata dedicata all’igiene. Per questo ogni stanza di degenza e’ dotata di una zona attrezzata con lavandino, lava-bebè, fasciatoio, bilancia e zona per la raccolta differenziata.
Per entrare in reparto è necessario passare da una zona filtro dove il personale e le madri, prima di entrare, devono procedere al cambio degli indumenti e al lavaggio delle mani.

Un secondo obiettivo che ha ispirato la progettazione del reparto è stato di KMC Africaorganizzare gli spazi sulla base dell’accoglienza e del sostegno della relazione madre–bambino. Per questo il reparto è stato ideato per consentire alle madri di restare accanto al loro bambino nelle 24 ore. Pertanto accanto ad ogni culla è stata prevista una poltrona per accogliere la madre e le stesse hanno a disposizione un letto in una stanza esterna (reparto madri nutrici). Inoltre, a breve termine, e’ prevista la realizzazione della sezione di Kangaroo mother care dove verranno accolte le madri con accanto i neonati prematuri non più bisognosi di cure specialistiche e in attesa del rientro a domicilio.reparti neonatali in Africa

Dopo la fase di avvio sono previsti periodici audit per valutare le problematiche organizzative evidenziate e stilare nella versione definitiva i protocolli assistenziali.

EMP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *